Marisa e Vivere Insieme...

PER L’ASSOCIAZIONE VIVERE INSIEME DI VALENZA


Sono trascorsi due mesi dalla mia indimenticabile vacanza ad Andalo in Trentino con l’Associazione ”Vivere Insieme” di Valenza : è così vivo e presente il ricordo di quei giorni
che voglio commentarli con questo scritto per il vostro giornalino in modo da fare sapere come sono stata, bene e contenta con tutti Voi. Sarebbe doveroso parlare di questa meravigliosa “Associazione” composta da Volontari, famigliari di ragazzi con problemi; aperta a tutti coloro che
vogliono collaborare per far si , che persone con disabilità più o meno gravi: giovani e meno giovani possano trascorrere giorni normali in luoghi normali senza differenze particolari.
Mi avrete conosciuta, sono Marisa e in questa grande famiglia per la prima volta, sono entrata anch’io: da persone amiche sapevo com’era attiva questa Associazione, ma non così, in più ho toccato con mano la gioia di “Vivere Insieme”., tanti bei giorni con tutti loro. Grazie di cuore a chi ha avuto questa bella ispirazione d’invitarmi…. E come si suol dire: c’è sempre una prima volta: questa volta è toccata a me trascorrere una vera vacanza con una grande famiglia
Pensando di non farvi confusione e emozionarvi voglio parlarvi di questa mia bella esperienza anche se, sarà impossibile perchè sono state così tante le cose belle vissute che spiegandomi male, rovinerei tutto, però ci provo… e voi che siate tanto gentili, capitemi…..
Già dalla partenza si percepiva molto entusiasmo: io con un gruppetto di amiche ero sul pulmino per raggiungere poi, il pulman e varie macchine personali, al casello di Tortona assieme proseguire il viaggio. Prima ristorazione e prima tappa: primi gioiosi saluti da parte di tutti e per me una cordiale e sincera accoglienza, da sentirmi subito a mio agio. Ristorazione con focaccia, te, bevande ecc… dolci  e al bar un bel caffé….
Si parte in perfetta allegria e dato che ci aspettava un lungo viaggio la sveglia al mattino è suonata presto per tutti chi ha potuto, un sonnellino non se lo è risparmiato specie chi era comodo sul pulmino, pulman macchina meno gli autisti, s’intende…. Il lungo percorso permetteva una panoramica veramente bella, impossibile non ammirarla dopo tanta pianura ecco le belle montagne del Trentino con i loro colori, caratteristiche in ogni loro aspetto. Per me era tutta una meraviglia , ma non per una buona parte dei partecipanti, perché è  con “Vivere Insieme” in Trentino erano stati non una volta sola. Andalo era la nostra meta.
Era per tutti la prima volta e in seguito, girandola abbiamo apprezzato tutti, la sua bellezza in ogni suo minimo dettaglio offrendo in tutto e per tutto ogni genere di confort.
Appena arrivati, nonostante l’ora avanzata (le 14,00), siamo stati accolti dall’albergatore e da tutto il personale con una tale famigliarità da farci sentire tutti a proprio agio , tanto che con un buon appetito abbiamo cominciato a gustare le loro vivande. L’albergo era bello, grande, con vedute stupende e soprattutto comodo per noi disabili e attrezzato per i volontari che dovevano gestirci.
Dall’arrivo in poi è cominciato per me lo stupore per tanta organizzazione e famigliarità. Sapevo della capacità di questo gruppo, ma mi è bastato “Vivere Insieme” a loro per qualche giorno per conoscere e comprendere appieno la sua forza. La cosa che più mi ha lasciata piacevolmente
stupita è che non c’è stata nessuna distinzione tra chi ha problemi e chi non ne ha.
Tutto è possibile e niente è impossibile e con questo bello spirito di solidarietà  è iniziato il nostro soggiorno. Cercherò di sommare, il più strettamente possibile, tutto ciò che di bello ho visto, provato e vissuto. Non ci siamo lasciati mancare nulla! Infatti il programma offriva di tutto: dalle lunghe e piacevoli camminate ed escursioni nelle pinete e nei boschi alle salite più o meno lunghe e ripide, dal “Passo dell’Ermellino” al “Passo dell’Orso”, la visita la lago di Molveno fino a raggiungere, in un bel mattino di sole le alte cime della Paganella. E qui nuova emozione: la funivia. Ogni giorno, per ogni nostra gita, nessuno di noi doveva preoccuparsi degli spuntini, perché un’altra gentilezza dei volontari era quella di farci trovare, una volta giunti alla meta del giorno, un’abbondante merenda con frutta, dolci e bevande, Il tempo, clemente, ci ha permesso di trascorrere delle belle giornate all’aria aperta a godere della bellezza del panorama e del paese che ci ha ospitato con tutte le sue attività ( centri commerciali, centro sportivo, mercato e quanto altro).
La sera, invece, era dedicata al relax: letture, chiacchiere, tv, animazione per bambini e adulti e accanite partite a burraco. Insomma è stata una bellissima esperienza, ricca di grandi emozioni, che mi lasciano un bel ricordo dei luoghi visitati e delle persone che mi hanno permesso di “Vivere Insieme”questa vacanza.
Grazie a tutti: in particolare ai ragazzi e ragazze per la loro simpatia e sincera amicizia: al bravo giornalista  e suoi collaboratori di “Vivere Insieme”; non competo con voi, perché siete e sarete sempre…”numero uno”.
Due care persone le devo però nominare: PINO e NADIA ….
Non ho parole se non per dire: GRAZIE, GRAZIE…..



                                Marisa

Commenti

Post popolari in questo blog

La fattoria degli asinelli

GITA ALLO ZOO DI MONTE